Post

Storia di un bimbo di 5 anni.

Immagine
Cammina sulle punte dei piedi, come se volesse spiccare il volo, il suo visino ha lineamenti delicati con scuri occhi vivaci rivolti altrove, far away come dico io: è Alessandro, il mio piccolo allievo di 5 anni, autistico. 
Ci siamo incontrati pochi mesi fa per la prima volta per affrontare un percorso acquatico insieme: non parla, emette suoni inarticolati e sorride e canticchia quando è felice e fa qualcosa che gli piace. Per 50 minuti, una volta alla settimana, devo attirare e mantenere la sua attenzione su di me e su quello che stiamo facendo in acqua, attraverso stimoli tattili-visivi-sensoriali.  Quando entra in acqua, lo accolgo accovacciata e con le braccia aperte e lui si avvicina mettendomi le braccine al collo e sedendosi sulla mia gamba sinistra, sempre: da questo momento inizia il nostro viaggio insieme. 

Per tutto il tempo mi muovo in lungo e in largo in vasca piccola, sempre parlandogli, con lui strettamente attaccato a me come un paguro, oppure staccandolo e facendog…

Nuotiamocisopra presenta: Allenamento e Alimentazione.

Immagine
Cari lettori,
si è svolto ieri pomeriggio, sabato 27 gennaio, presso il Comune di Gozzano, il primo incontro del 2018 dedicato al delicato tema dell'alimentazione inserita nel mondo dello sport.
Paola Pistoia - erborista, naturopata, floriterapeuta e iridologa – è stata la relatrice di questo incontro che si è trasformato in un momento di confronto e di dialogo fra i partecipanti, Paola e la sottoscritta. La condivisone di pensieri molto diversi fra di loro è potuta avvenire anche grazie all’eterogeneità del gruppo stesso: presenti infatti un buon numero di triatleti anche Ironman, esperte camminatrici in grado di concludere gare da 18 ore in montagna, runners, nuotatori del gruppo Master di Borgomanero ma anche sportivi che per diletto e senza estremismi si dedicano a diversi tipi di attività fisiche.


Paola ha fornito a tutti una dispensa scritta con un “decalogo” che riassume i punti chiave di una buona alimentazione equilibrata, qualche spunto su cosa mangiare e in quali orari…

Corso di Aggiornamento - Alimentazione di segnale 2° parte: neve e nuoto.

Immagine
Care nuotatrici e nuotatori,
apriamo l'anno con un racconto di Paola sulla seconda parte del corso che ha seguito a Luserna sul tema "Alimentazione di segnale": se avete dubbi o domande non esitate a contattarci commentando l'articolo del Blog oppure direttamente sulla nostra pagina Facebook https://www.facebook.com/Nuotiamocisopra/
Vi auguro una buona lettura.

"Il mio 2° weekend di aggiornamento è stato all'insegna dell'avventura: sabato 2 dicembre sono arrivata a Luserna verso le 9.15, sotto una nevicata copiosa che aveva già depositato a terra 60 cm di manto bianco...uno spettacolo meraviglioso e fiabesco ma che freddo: il termometro segnava -5°. Brrrrr. Ci siamo ritrovati solo con metà dei colleghi iscritti, gli altri hanno preferito dare forfait; abbiamo così iniziato decimati il nostro incontro. Il docente che ha tenuto il corso, bravo e preparato, ha promosso per la maggior parte del tempo sé stesso e il proprio metodo, lasciando poco spazio a no…

Corso di aggiornamento: Alimentazione con nuoto.

Immagine
Care amiche e cari amici, è Paola che vi scrive. Come sapete sono Erborista Naturopata, e in questo periodo sto seguendo un corso suddiviso in due weekend di "Alimentazione e Naturopatia di segnale"...chissà cosa sarà? 

Per semplificarvi il contenuto si tratta di:  "il potere del cibo e del movimento nel promuovere un riequilibrio metabolico ed energetico attraverso le risposte ormonali".  Complesso? Per me è molto stimolante, dato che gongolo nell'apprendimento e scambio di nuovi punti di vista sulla nutrizione.
L’unico aspetto negativo di questi corsi è il rimanere seduta su una sedia, prendendo appunti, per ore, poiché questi corsi sono full immersion: devastante per il fisico!  E allora nella breve pausa pranzo, dalle 13 alle 14.30, mi sono fiondata nella piscina di questo piccolo paese della Val Pellice, Luserna San Giovanni, sopra Pinerolo, per sciogliere le articolazioni anchilosate e sofferenti dopo ore di sedentarietà ed anche per alleggerire le tensi…

La Regina delle Alghe: la Spirulina.

Immagine
Buongiorno a tutti,
è Paola che vi scrive. Oggi vi vorrei dare qualche informazione sulla Spirulina, un alga davvero speciale che può essere usata da noi sportivi come integratore naturale.
Qui di seguito trovate le informazioni di base; nel caso in cui voleste approfondire l'argomento, non esitate a contattarmi.




Nome botanico: Spiruviva Spirulina platensis

Parte utilizzata: tallo.

Indicazioni: integrative nutrizionali, antianemiche, tonificanti e ricostituenti generali, antiossidante, antiradicaliche, antivirali, immunostimolanti, ipolipemiche, epatoprotettive,antinfiammatorie, vasodilatatrici.

Dosaggio: da 6 a 12 compresse al giorno, secondo necessità.

La Spirulina è una microalga verde-azzurra (cianobatteri) d’acqua dolce, contenente oltre 100 sostanze nutritive e funzionali, che la rendono indicata quale sostegno all’organismo come ricostituente. Infatti contiene: 
- proteine vegetali (65%) complete ad alto valore biologico;
- glucidi ad alto valore energetico;
- lipidi: costituiti da a…

Swimtheisland #7 Bergeggi

Immagine
Cosa mi spinge a tuffarmi in acqua ad ottobre, con il mare freddo, le onde che si infrangono sulla spiaggia e il vento che soffia teso?
La passione infinita per questo sport: impossibile resistere al richiamo dell'acqua blu che circonda l'Isola di Bergeggi, a tutto quello splendore, al contesto, all'evento.


Arriva quindi domenica 8 ottobre: una giornata di sole caldo, il cielo azzurro con qualche innocua nuvola bianca, la brezza che soffia da est ad ovest e lo sciabordio delle onde.
Più di 200 cuffie verdi con la scritta 6.0 si avvicinano alla zona di ingresso in acqua, fra queste cuffie ci sono anche io: agitata, emozionata, con lo stomaco chiuso e la paura folle di sentire solo freddo.

Questo insieme di sentimenti aumenta ancora di più quando ci schieriamo come soldati di fronte al mare: sotto gli occhialini uno sguardo di sfida verso quelle onde spumeggianti che dovremo cavalcare; qualche "in bocca al lupo ragazzi" vola fra le mute. Poi è il silenzio più total…

Ironman? No, Iron-woman!

Immagine
Da quanto ho potuto apprendere in questo ultimo periodo, l'IROMAN costituisce per ogni triatleta il coronamento di un sogno: si parte con un semplice Sprint a volte per gioco e ci si ritrova ad allenarsi per compiere distanze davvero importanti.

L'ironman di Cervia 2017 si è svolto il fine settimana del 23-24 settembre scorso e ha visto un numeroso gruppo di atleti partecipanti, fra cui spicca Francesca Marin: appassionata atleta e bellissima persona (nonché grande amica).



La sezione a nuoto prevede un percorso di 3,8 km che include una "Australian-exit" più o meno a metà nuotata; dopodiché si sale in sella alla bici per percorrere in due giri 180,2 km fra il lungomare di Cervia e le colline romagnole. Infine alla zona cambio si indossano le scarpe e si corre per 42,2 km su un percorso da fare tre volte.

Francesca ha chiuso tutti questi km con il tempo di 10:54.29, classificandosi 546° assoluta, 39°donna su 241 partecipanti. E, soprattutto: 7° nella sua categoria W40.